Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_londra

Cinema e narrazione nell’Italia contemporanea

Data:

20/10/2017


Cinema e narrazione nell’Italia contemporanea

Con Valerio Jalongo e Geoffrey Nowell-Smith
Presieduto da Nicola Curzio

Il regista Valerio Jalongoe il critico Groffrey Nowell-Smith discuteranno dei rapporti tra cinema, televisione e scrittura come specchio delle trasformazioni dei linguaggi culturali nell’Italia contemporanea, in particolare a partire dal documentario di Valerio Jalongo Di me cosa ne sai.

Oggetto del documentario è infatti il declino del cinema italiano a partire dagli anni settanta – con interviste a protagonisti quali il produttore Dino De Laurentiis e il regista Mario Monicelli – a causa dell’irrompere della televisione commerciale e dell'auditel. Vengono documentati eventi quali la diffusione dei multisala, la progressiva centralità della rappresentazione televisiva nell'immaginario italiano e la scomparsa delle sale cinematografiche nei centri urbani, contrapposti alle figure di registi impegnati a riappropriarsi delle pellicole perdute dei propri film, piccoli proprietari di sala intenti a promuovere film d'autore e proiezionisti itineranti. Con Ken Loach, Wim Wenders, Bernardo Bertolucci, Federico Fellini, Liliana Cavani.


[PRENOTA ORA]

Valerio Jalongo è regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Dopo gli studi alla Scuola di cinema Gaumont e alla University of Southern California, nel 1988 vince il premio De Sica per il docudrama DreamCity (La città dei nostri sogni). Dopo esperienze di lavoro per la televisione e con i detenuti del carcere romano di Rebibbia, nel 2009 realizza il documentario Di me cosa ne sai, un'inchiesta sulla storia del cinema italiano e sulle trasformazioni culturali dell'Italia negli ultimi trent'anni. Presentato nel 2009 alle Giornate degli Autori al Festival di Venezia, e ai Festival di Londra e Amsterdam, Di me cosa ne sai ha ricevuto il premio della Federazione italiana dei circoli del cinema. Nel 2010 gira La scuola è finita, sceneggiato insieme a Francesca Marciano, Daniele Luchetti e Alfredo Covelli, che racconta la drammatica realtà all'interno degli istituti scolastici. Il film, interpretato da Valeria Golino, Vincenzo Amato e Fulvio Forti, è stato presentato in concorso alla quinta edizione del Festival di Roma.

Geoffrey Nowell-Smith è Honorary Professorial Fellow presso la School of History at Queen Mary, University of London. Ha curato il volume The Oxford History of World Cinema (1996) ed è autore di altri studi sul cinema come Hollywood and Europe: Economics, Culture, National Identity 1945-95 (1998) e The British Film Institute, The Government and Film Culture, 1933-2000 (2012). Ha inoltre pubblicato numerosi libri e articoli sul cinema italiano. in particolare su Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni e Roberto Rossellini.

L’evento è organizzato in occasione della XVII Settimana della lingua italiana nel mondo (16-22 ottobre 2017). Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

 

Informazioni

Data: Ven 20 Ott 2017

Orario: Dalle 19:00 alle 21:00

Organizzato da : ICI London

Ingresso : Libero


2578