Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_londra

Gianfranco Baruchello: Archive of Moving Images 1960-2016

Data:

29/09/2017


Gianfranco Baruchello: Archive of Moving Images 1960-2016

Presentazione del libro edito da Mousse Publishing, a cura di Alessandro Rabottini e Carla Subrizi.

Sarà presente l’artista in conversazione con gli autori.

La pubblicazione, nata dalla collaborazione tra il Madre - Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, La Triennale di Milano e la Fondazione Baruchello, è il primo studio completo del rapporto tra Baruchello, artista che ha attraversato tutti i media e linguaggi in maniera propria e originale, e l'immagine in movimento sin dai primi anni Sessanta. Prodotto in occasione della mostra Gianfranco Baruchello: Cold Cinema. Film, video e opere 1960-1999, tenutasi a La Triennale di Milano nel 2014 e nel 2015, si apre con un montaggio serrato d’immagini, note e documenti, realizzato dallo stesso Baruchello, attraverso uno strumento a lui caro come la fotocopia.

Un saggio di Alessandro Rabottini ci accompagna attraverso le sale della mostra, mentre una conversazione tra Baruchello e Massimiliano Gioni evidenzia alcuni aspetti chiave delle sue idee sul cinema. Il testo di Carla Subrizi attraversa tutta la sua produzione di film e video, mentre un saggio di Philippe-Alain Michaud esamina alcune delle radici storiche di Verifica incerta (1964-65). Il cuore di questo libro è costituito dall’ampia sezione che cataloga i singoli film e video, presentando di ciascuna opera la sinossi a cura di Carla Subrizi, una selezione di still e la storia espositiva, ricostruita da Daniela Zanoletti.

Il libro termina con un'antologia critica di testi che Baruchello ha scritto nel corso della sua carriera. Questa sezione, curata da Carla Subrizi, è accompagnata da un'ampia bibliografia.

[PRENOTA ORA]

La prima formazione di Gianfranco Baruchello avviene in clima parigino all’inizio degli anni sessanta, dove conosce Sebastian Matta, Alain Jouffroy e Marcel Duchamp. È del 1962 la partecipazione alla mostra New Realists organizzata da Pierre Restany alla Sidney Janis Gallery di New York (alla quale espongono anche Enrico Baj, Tano Festa, Mimmo Rotella e Mario Schifano). Sempre a New York, nel 1964, conosce John Cage e si confronta con la pop art e l'espressionismo astratto americano.

Tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012, a cura di Achille Bonito Oliva, la Galleria nazionale d'arte moderna di Roma presenta la mostra antologica Gianfranco Baruchello. Certe idee, successivamente allestita presso la Deichtorhallen Sammlung Falckenberg di Amburgo, a cura di Dirk Luckow, e il ZKM di Karlsruhe, a cura di Andreas Beitin e Peter Weibel.

Informazioni

Data: Ven 29 Set 2017

Orario: Dalle 19:00 alle 20:30

Organizzato da : IIC Londra

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Londra

2557